NOVITà ATLANTIDE: UN INEDITO DI LUCY MAUD MONTGOMERY
30.05.2017
Presentato in anteprima assoluta al Salone del Libro di Torino, dal primo giugno sarà disponibile nelle librerie il nono volume della collana Atlantide: Il castello blu di Lucy Maud Montgomery, nella traduzione italiana di Elisabetta Parri.

Il romanzo veniva dato alle stampe per la prima volta nel1926: si trattava di un’opera insolita che svelava un’autrice inedita, completamente differente dalla “scrittrice per ragazzi” a tutti nota e che spiazzò la critica. Non ottenne il plauso degli addetti ai lavori né il favore del grande pubblico e passò in sordina per diversi decenni.

Nel giugno del 1922, Montgomery aveva soggiornato nella cittadina di Bala, in Ontario, dove visse un’esperienza estatica di immersione nella natura incontaminata del Muskoka che la spingerà a buttarsi a capofitto nella storia di Valancy. A sua volta la protagonista, che con l’immaginazione è da tempo approdata in Spagna nel suo “castello blu” per sfuggire alla triste realtà nella quale è costretta a vivere, abbandonerà la terraferma per trasferirsi in una magica isola sul Lago Mistawis e per affermarsi come donna.

Iniziato nell’aprile del 1924 e concluso nel marzo 1925, il romanzo “esigeva” di essere scritto dalla sua autrice, che posticipò appositamente la stesura già programmata di Emily’s Quest per dedicarsi a una storia e a dei personaggi che l’appassionarono e divertirono immensamente. E ancora oggi il romanzo è in grado di divertire e incantare i lettori con la sua prosa ironica e dissacrante, raccontando con garbo ed eleganza una storia di affermazione e riscatto.




 


www.jomarch.eu 2013 | Tutti i diritti riservati
website: Attilio Scullari